Nasce in una fredda e nevosa notte d’inverno, di tanti anni fa (ma neanche troppi). Le sue prime parole sono: “mamma”, “papà” e “matita”. Divora fumetti, disegna, inventa personaggi e storie da quando riesce a togliere il pannolino. Diplomato al Liceo Artistico e alla Scuola di Fumetto di Milano, oggi cerca di insegnare come si fa un fumetto.

— Umberto Mario Garipoli